Si usano per scopi alimentari ma non devono essere usati dal lato decorato

Tovaglioli e rotoli, occhio all’inchiostro a colori

Neppure i rivenditori sanno che sulle confezioni c’è una strana avvertenza

Abbiamo chiesto chiarimenti alle ditte produttrici ma restano molti dubbi



 

Di Vincenzo Brancatisano

 

10 febbraio 2006 – Tovaglioli decorati, sono destinati all’uso alimentare ma occorre non usarli per uso…. alimentare. Almeno non dalla parte sbagliata. Salute a tavola, ora tocca ai tovaglioli? A destare preoccupazione sono le indicazioni impresse sulle confezioni di tovaglioli decorati e sui rotoli di carta assorbente decorata. E’ difficile accorgersene perché i caratteri usati nell’avviso sono molto piccoli e spesso si perdono in mezzo ad altre frasi che in genere sfuggono alla lettura. Ebbene, sulle confezioni che abbiamo esaminato, è riportata un’avvertenza che invita a non usare questi prodotti se non dalla parte non decorata. Sia chiaro, non stiamo scrivendo che l’inchiostro usato dalle aziende produttrici di tovaglioli e carta assorbente faccia uso di Itx o di altra sostanza nociva. Appare del tutto singolare tuttavia che prodotti acquistati generalmente perché vadano a contatto con alimenti siano sconsigliati, almeo per il 50 per cento, per l’uso alimentare. Del resto, se la stessa avvertenza non compare nelle confezioni di carta igienica decorata, vuol dire che il problema è connesso al suo uso alimentare. Da qui la necessità avvertita dalle aziende di suggerire ai consumatori l’opportunità di usare la carta solo dalla parte non decorata. E cosa dire dei tovaglioli colorati dalla tinta intensa e unica e diffusi specie durante il Natale? Ma leggiamole queste minuscole avvertenze. Sulla confezione del prodotto “Scottex, un fior di tovagliolo” si legge: “Prodotto destinato al contatto con alimenti. Usare dalla parte non decorata”. Stessa frase la Scottex usa per i rotoli “Scottex casa” espressamente destinata al contatto con alimenti. I tovaglioli “Regina cinquestelle” sono più espliciti, anche se la frase in questo caso si presta a due interpretazioni. Si legge sulla confezione che “possono venire a contatto con gli alimenti dalla parte non decorata”. E veniamo ad altre marche di rotoli di carta per cucina. Sulla confezione di “Regina di cuori” si legge che il prodotto “può venire a contatto con gli alimenti dalla parte non decorata”. Siamo andati al Conad e alla Coop. Stessa musica anche per i prodotti a marchio proprio. Su “Asciugatutto Conad” si legge: “Istruzioni per l’uso: usare dalla parte non decorata” (anche se non si esplicita l’uso alimentare). Mentre i rotoli “Tutto casa Coop” son contenuti in una confezione che avverte: “I decori sono realizzati con colori atossici tuttavia, per il contatto con gli alimenti, ti consigliamo di utilizzare il prodotto dalla parte non decorata”. Abbiamo allora chiesto ad alcuni clienti di due supermercati modenesi se avessero mai fatto caso alle avvertenze. La risposta è stata negativa in tutte le interviste e ogni volta i consumatori si sono detti stupiti della cosa: “Anche sapendolo – ha osservato una mamma – come si fa a evitare che un alimeto umido come una cotoletta appena fritta o una frittura di bastoncini o una pera sbucciata non entri in contatto con la parte decorata?”. Una domanda sorge spontanea: perché non sono indicate sulla confezione le sostanze usate nelle decorazioni? Qual è la ragione per cui le aziende spingono i clienti a tener lontani gli alimenti dalle decorazioni? Se fosse solo il principio di precauzione non sarebbe opportuno usare caratteri più visibili? Abbiamo chiamato il numero verde della Scottex qualificandoci come clienti preoccupati. “Sa perché abbiamo dato questa indicazione? Visto e considerato che è un prodotto igienico, la parte esterna viene a contatto con l’ambiente, mentre la parte interna completamente bianca è interna. Dunque, volendo sottolineare una igienicità maggiore indichiamo di usarlo dalla parte interna, ma è bene che si sappia che i colori sono atossici altrimenti non potrebbero essere usati per gli alimenti”. La responsabile del numero verde s’è detta disponibile a fare un’indagine per sapere quali siano le sostanze non tossiche usate per la decorazione e che su due piedi non è possibile fare”. Ci siamo rivolti a quelli di “Regina” sperando in una risposta più rapida. “Sa perché? Perché lo sfregamento contro la parte colorata potrebbe rilasciare il colore. Ma stia tranquillo il colore è atossico”. Ma mi sa dire quali sono le sostanze usate per il colore”. Questo non glielo so dire”. La Coop di Modena, su nostro invito, ha girato la segnalazione a Coop Italia. E alla Conad di via Beethoven si sono detti ignari del problema, e dopo una piccola indagine sui propri scaffali ci hanno risposto così: “Lei ha fatto una domanda che ci ha messi in tilt”. Con tutto quello che si sente in questi giorni volevo essere tranquillizzato. “Lei ha fatto un’osservazione molto appropriata e ha ragione Anche perché mi sembra un controsenso vendere prodotti per usi alimentari e poi indicare di non usarli a scopi alimentari. C’è un numero verde, quello della Scottex, provi a chiamare”.

 

Google

Altre notizie

Old news

Scrivi al sito

 

Su www.vincenzobrancatisano.it