Distruggono l’auto della prof e pubblicano il video

 



Di Vincenzo Brancatisano

 

20 FEBBRAIO 2009 – Distruggono l’auto della loro insegnante. Istigati da un clima di caccia al professore e di sbatti la cacca sulla scuola, alcuni idioti dell’Itis Marconi di Messina che si spacciano per scolaretti, distruggono (clicca qui per la prima parte del video) la macchina della loro insegnante e poi, secondo la solita procedura di omologazione sociale (c’è chi, ottusamente, parla invece di trasgressione!), lanciano le nobili gesta nella fogna mediatica, incuranti del pericolo di essere identificati. “Dài, un ultimo calcio”, incita uno degli stronzetti, mentre la proprietaria, coperta da un velo pietoso, guarda senza far nulla. Poi si lamentano se un insegnante esasperato travolge i propri alunni di proposito con la macchina. La situazione è degenerata in tutta Italia, i presidi non fanno nulla per difendere la scuola e i lavoratori, i sindacati latitano, ogni tanto si fa vedere uno psicologo per dire che la colpa è degli insegnanti. Ormai siamo agli sgoccioli. Rimane solo da scoprire se il primo morto sarà un alunno o un insegnante.   

 

Seconda parte del video

 

 



Fa' leggere questa pagina a un tuo amico

 

Google

TORNA SU

 

Altre notizie

Old news

Scrivi al sito

 

Su www.vincenzobrancatisano.it