Primarie del Pd

Niente seggi a scuola, dice Fioroni. Ma non è vero



 

Di Vincenzo Brancatisano

 

2007-10-09 12:41

Primarie Pd: Fioroni, niente seggi nelle scuole

Per non creare disagio a regolare svolgimento lezioni

(ANSA) - ROMA, 9 OTT - Niente seggi nelle scuole per le consultazioni interne al Partito Democratico del 14 ottobre. L'altola' arriva dal ministro Fioroni. Fioroni ha comunicato oggi ai direttori scolastici regionali, provinciali e ai dirigenti scolastici che, pur nel rispetto delle autonome determinazioni delle singole istituzioni scolastiche non ritiene che le elezioni primarie del Pd rientrino tra quelle previste dalle norme che regolano l'uso dei locali per attivita' diverse da quelle scolastiche.

 

12 OTTOBRE 2007 - Per le primarie del Partito democratico, niente seggi a scuola, annuncia Fioroni. Ma non è vero. Dalla lista con le sedi dei seggi, che abbiamo spulciato, emerge ben altro. Rimaniamo nella provincia della viceministro della pubblica Istruzione. Già al primo posto c’è un Istituto artistico. Cioè una scuola.  E nella provincia modenese tante altre, come potete leggere sotto in questa pagina del sito vincenzobrancatisano.it. La Bastico insomma sconfessa Fioroni? Ci viene in mente l’efficace slogan del Pd: «Sono democratica perciò decido io»… Nulla di male, secondo noi, a usare le scuole, visto che le votazioni avvengono di domenica. Anzi, ben vengano le iniziative, anche quelle private quali sono le primarie del Pd, che spingono i politici verso le scuole. Così si rendono conto, i politici, dello stato in cui le hanno ridotte. Ma che bisogno c’è di raccontar sempre balle?

 

Toh! Un’altra scuola

 

Un’altra

 

Un’altra (nella città di Vasco)

 

Un’altra (anzi due, nella città di Pico)

 

Un’altra (anzi due, nella città delle piste della Ferrari)

 

Un’altra (anzi tre, nella città dell’Abbazia)

 

 

 

 

 

Altre notizie

Old news

Scrivi al sito

 

Su www.vincenzobrancatisano.it