Il pallone del disonore

Di Vincenzo Brancatisano

 

10 maggio 2006 – Caso Moggi, il calcio è nella bufera, tutti cascano dalle nuvole, i giornalisti sportivi che in maniera vomitevole danno del "tu" a calciatori, allenatori e dirigenti, saltano dal carro del perdente e si stracciano le vesti. I tifosi se la prendono con i magistrati, ad esempio con il procuratore Raffaele Guariniello, invitato dai giovani juventini (ma come fanno a non essere giovani gli juventini?) a "processarsi il cervello". Se leggessero qualche buon libro (come "Nel fango del dio pallone" di Carlo Petrini, Kaos Edizioni) molti non si sentirebbero spiazzati dalle porcherie del pallone. Se sostituissero con la lettura la psicosi da teleradioskycalcio, il nostro Paese risalirebbe la china. Se le migliaia di poliziotti usati per scortare i tifosi deficienti fossero piazzati davanti alle imprese e ai negozi del Sud, col colpo in canna, forse quelle imprese e quei negozi si moltiplicherebbero. Ma non si può, perché viviamo nella patria del diritto (a prevaricare gli altri) e nella dittatura del pallone. Altro che comunismo.










[ Immagine tratta dalla pagina web http://juventus.giovani.it/mese/2005-12/ ]

Il libro

Su www.vincenzobrancatisano.it