Vitamine o miracoli? Diteci la verità



 

Di Vincenzo Brancatisano

 

9 DICEMBRE 2006 - Spesso, di fronte a una regressione di un tumore maligno (*) ottenuta con la Multiterapia Di Bella, la comunità scientifica risponde che ci si trova di fronte a una regressione spontanea o a un miracolo. Impossibile, si sostiene, che una cura a base di vitamine possa ottenere risultati tanto importanti. Centinaia di medici stanno verificando da anni e anni i benefici ottenuti con la contestata cura ma la risposta della Medicina è sempre la stessa. Nel brano citato sotto, l’oncologo professor Umberto Veronesi ammette che regressioni di tumori maligni si possono ottenere con preparati vitaminici e che "una totale regressione non può più essere definita 'spontanea'".

 

 

“Io non credo ai miracoli.” […] “Talora è la cellula stessa che si riconverte alla normalità sotto l’azione di stimoli diversi, quali, ad esempio, quelli di preparati vitaminici. Nessun miracolo quindi nella scomparsa spontanea di un tumore maligno. […] Si chiama “farmacoprevenzione”, e proprio a Milano abbiamo dimostrato che la somministrazione di un semplice derivato della vitamina A(**) può agire in questo senso sul carcinoma mammario delle donne giovani. La scienza, per definizione, non crede ai miracoli”. [Umberto Veronesi, settimanale Oggi, 6 dicembre 2006 e su altri settimanali nella stessa settimana]

 

 

Lo studioso delle vitamine: Luigi Di Bella   

 

 

------------------------------------------------

(*) LE STORIE

 

Leggi la storia di Filippo

 

Leggi la storia di Alfio e di Lorenza

 

Leggi l’intervista al radiologo

 

Diamo le vitamine ai giornali italiani

 

Altri articoli 

 

 

(**) La vitamina A e i retinoidi sono farmaci altamente teratogeni (possono provocare malformazioni fetali) in gravidanza e nei mesi precedenti la gravidanza (ndr.)

 

 

Su www.vincenzobrancatisano.it