La Viceministro descrive il destino dei provvedimenti sull’istruzione

Cosa succede ora alla scuola? Parla la Bastico

Anticipiamo la newsletter che verrà pubblicata a breve sul suo sito web  



 

Di Vincenzo Brancatisano

15 febbraio 2008

 

Care amiche e cari amici,

Care amiche e cari amici,

Andiamo avanti! Facciamo la nostra parte fino in fondo.

Dal primo momento della crisi di Governo - il 24 gennaio, nell'aula del Senato, tra schiamazzi, bottiglie di spumante stappate dai Senatori del Centro Destra, nel mezzo di uno spettacolo davvero indecoroso e pessimo che alcuni rappresentanti dei cittadini stavano dando di sè, della politica e delle istituzioni - il primo pensiero che mi è venuto alla mente è stato: "E ora che cosa succederà dei provvedimenti, delle cose che stiamo realizzando con e per la scuola? che cosa si bloccherà?"

Mi sono chiesta anche che cosa stessero pensando gli insegnanti, gli studenti, i dirigenti scolastici di questa crisi. Preoccupazione? Sollievo? Indifferenza? Alcune risposte a questi interrogativi mi sono giunte attraverso le vostre mail, che, nella maggior parte dei casi, rilanciavano interrogativi, dubbi, sconcerto e un senso di smarrimento.

Anche diversi giornalisti hanno da subito cercato di capire cosa avrebbe determinato questa crisi per la scuola. Vi rimando ad alcuni articoli:
- Andiamo avanti per non lasciare nulla in sospeso - Il Sole24ore Scuola 12.02.08

- Carolibri, tempo pieno, assunzioni. La scuola e l'incubo della crisi - Repubblica.it 04.02.2008
- Bastico: "I precari stiano tranquilli. E più sezioni per il tempo pieno" - Il Messaggero 04.02.2008
- Petizione dei precari, assunzioni a rischio con la caduta del governo - LaStampa.it 4.02.08

Ora che lo scenario politico-istituzionale e le tempistiche sono chiare, e purtroppo conducono a imminenti elezioni, è possibile delineare con precisione il quadro di ciò che può andare tranquillamente avanti; di ciò che il Governo Prodi, pur nell'ordinaria amministrazione, potrà realizzare ancora per la scuola; di ciò che invece verrà bloccato, speriamo in modo non definitivo. Rimane, infatti, la grande incognita del nuovo Governo!

La scuola è un sistema enormemente complesso, che coinvolge 8 milioni di studenti e di famiglie, oltre 1 milione di docenti ed Ata, e produce un bene immateriale di straordinaria rilevanza, quale l'istruzione e l'educazione. Ha, quindi, bisogno di tempi lunghi, di stabilità e di serenità nei suoi necessari processi di cambiamento. Nulla è più negativo di continui "stop and go", che generano sfiducia e demotivazione, quindi, immobilità e rischi di perdita di qualità.

E' utile, quindi, chiarire per quanto possibile la situazione. Ed è per me essenziale invitare fortemente i docenti e i dirigenti scolastici ad andare avanti. L'auspicio è che si determinino, qualunque sia la maggioranza parlamentare e di Governo, le condizioni per proseguire in una logica di stabilità e di costruzione, e non di demolizione di quanto realizzato.

Mariangela Bastico

 

definitivamente approvati e in vigore, applicabili senza necessit� di ulteriori norme di attuazione

esami di Stato: a conclusione della scuola secondaria di primo grado (L. 176/2007) e della scuola secondaria di secondo grado (L. 1/2007 e L. 176/2007)

recupero dei debiti scolastici (D. M. n. 80 del 3.10.07, O. M. n. 92/07)

sanzioni nei confronti degli studenti (D.P.R. del 21.11.2007, n. 235), docenti e dirigenti (L. 176/2007)

nuovo regolamento dei supplenti (D.M. del 13 giugno 2007)

Invalsi: definizione e nomina del comitato di indirizzo e del Presidente (L. 176/2007), avviata la stabilizzazione del personale (L. 296/06, Art. 1, c. 605, l. c)

valorizzazione delle eccellenze (D. lgs. n. 262 del 29 dicembre 2007)

valorizzazione degli esiti scolastici e degli esami di Stato per l'accesso all'universit (D. lgs. n. 21 del 14 gennaio 2008)

approvati e in via di attuazione, pur con modalit sperimentali

indicazioni per il curricolo per la scuola dell'infanzia e per il primo cliclo (D.m. del 31 luglio 2007, Direttiva n.68 del 3/08/07, Circolare 1296 del 31.01.08)

obbligo di istruzione (L. 296 del 27/12/06, Art.1, Comma 624): regolamento (D.M. n. 139 del 22 agosto 2007) e linee guida (D.M. n. 139 del 22.08.07) per l'applicazione dell'obbligo di istruzione

istituti tecnici superiori (its) (Legge n. 40/07 art.13) e linee guida di attuazione

da attuare, pur in questa fase di ordinaria amministrazione, per garantire il buon funzionamento della scuola e il rispetto di leggi a valenza pluriennali

seconda annualit� del piano triennale delle assunzioni (50 mila docenti, 10 mila ATA, tutti i posti vacanti di dirigenti scolastici) (L. 296/06, Art. 1, c. 605, l. c)

prima annualit� del piano di stabilizzazione degli insegnanti di sostegno (5 mila) (Legge 244/07)

la sperimentazione delle "sezioni primavera" continua nell'anno scolastico 2008/2009 della sperimentazione delle "sezioni primavera" (la proroga per il 2008 dell'intesa sancita in Conferenza Unificata il 14 giugno del 2007 verr� presentata nella Conferenza Unificata del 6 marzo)

finanziamenti per l'edilizia scolastica

tetti di spesa per i libri di testo per il primo ciclo (Circolare n. 9 del 15.01.08, D.M. n. 8 del 15.01.08) e per la scuola superiore (D.M. in via di definizione)

proseguono le procedure concorsuali (ispettori, dirigenti scolastici e dirigenti dell'amministrazione)

"scuola aperta", rifinanziamento di 30 milioni di euro per il 2008/2009 (Legge n. 296/06 Art. 1 c. 627)

italiano seconda lingua (finanziamento di 5 milioni di euro)

estensione del tempo pieno (1000 insegnanti aggiuntivi - organico di diritto)

generalizzazione della scuola dell'infanzia (oltre 700 insegnanti aggiuntivi - organico di diritto)

provvedimenti da definire, in attuazione di leggi vigenti, attraverso norme regolamentari, che devono avere il parere delle commissioni parlamentari

istruzione tecnica e professionale

formazione in ingresso e reclutamento del personale docente

definitivamente decaduti, in quanto progetti di legge che non hanno completato l'iter parlamentare

Disegno di Legge sull'apprendimento per tutta la vita

Disposizioni urgenti in materia di pubblica istruzione

 

 



Fa' leggere questa pagina a un tuo amico

 

Google

TORNA SU

 

Altre notizie

Old news

Scrivi al sito

 

Su www.vincenzobrancatisano.it