“Aboliamo il superpunteggio” “No, rimane”
   




Di Vincenzo Brancatisano

21 luglio 2006 – Da un lato i sindacati della scuola, favorevoli a nuovi corsi di abilitazione crea-precariato. Dall’altro un ministro che annuncia di voler “avviare a soluzione il problema della riproduzione ed espansione del precariato”. In mezzo ci sono i precari, che sobbalzano tra un annuncio e una delusione. La doccia fredda stavolta arriva dal vice ministro modenese Mariangela Bastico, intervenuta nella Commisione Istruzione della Camera dov’era in discussione una Risoluzione firmata dalla deputata modenese Manuela Ghizzoni (Ds) assieme ad altri. La risoluzione impegnava tra l’altro il governo “ad adottare le necessarie iniziative, in modo che, prima dell’inizio delle operazioni di conferimento delle supplenze per il prossimo anno”, fossero abrogati alcuni punteggi spendibili dai precari nelle graduatorie: il superpunteggio per il servizio svolto sopra i 600 metri, nelle isole, nelle carceri, il punteggio per masters e corsi vari. Ebbene, la Bastico ha bocciato il contenuto della richiesta della Ghizzoni: “Lo stesso non può essere accolto - ha spiegato il vice ministro - non sussistendo i tempi tecnici per operare le modifiche richieste in via legislativa”. Eppure è da anni che se ne parla. Le procedure di assunzione in ruolo per l’anno scolastico 2006 2007, ha precisato la Bastico, “sono state già avviate in base al decreto ministeriale n. 50 del 30 giugno 2006”. E se la risoluzione, presentata solo il 5 luglio scorso (per salvare le immissioni in ruolo fatte col doppio punteggio, come pure hanno voluto i sindacati?) fosse stata meno tardiva, il risultato sarebbe stato diverso? La Bastico ha ricordato a Ghizzoni e colleghi che “non sembra possibile prevedere interventi sulla graduatoria permanente che abbiano una portata limitata al conferimento delle supplenze”. Ha ragione la Ghizzoni o ha ragione la Bastico? Alla fine quest’ultima propone, alla proponente, “che il testo della risoluzione sia conseguentemente riformulato”. Non si pensi però che il governo voglia le ingiustizie. Puntualizza infatti la Bastico che “il Governo è favorevole all’abrogazione della norma”. Perchè allora nessuno la abroga? Scrive Mariella al forum precari.org: “Ma lo volete capire che a nessuno frega della nostra situazione? Con la porcheria di montagna tanta gente che da anni è in attesa, nel 2007 si vedrà superata, mentre un manipolo di tassisti incazzati è riuscito a ottenere in pochi giorni ciò che voleva”.

L’articolo di Vincenzo Brancatisano è tratto dalla Gazzetta di Modena, 21 luglio 2006

Il contenuto di questa pagina può essere riprodotto su qualsiasi supporto o rivista purché siano esplicitati sempre la fonte e l'indirizzo di questo sito, dal quale viene prelevato. Questo allo scopo di evitare ulteriori e sempre spiacevoli vertenze giudiziarie.

 

Su www.vincenzobrancatisano.it

 

 



Fa' leggere questa pagina a un tuo amico

 

Google

TORNA SU

 

Altre notizie

Old news

Scrivi al sito

 

Su www.vincenzobrancatisano.it